Strumenti

scada, strumenti di misura, trasduttori, controllo di processo
scada, strumenti di misura, trasduttori, controllo di processo

Strumenti

La divisione STRUMENTI propone attrezzature, strumenti di misura e tecnologie per il controllo qualità in linea di produzione, laboratorio metrologico e cantieri.

Una parte dei prodotti vengono progettati e realizzati direttamente da RODER e INNOVACHECK nei propri laboratori. Nei casi in cui la tecnologia utilizzata dallo strumento di misura sia già presente sul mercato, e quindi siano già presenti importanti produttori con prodotti e strumenti consolidati, RODER commercializza prodotti di terze parti.

I partner scelti per la commercializzazione sono solo ed esclusivamente importanti aziende con visibilità internazionale, con metodi produttivi consolidati e certificati, ma soprattutto con un portafoglio prodotti tecnologicamente competitivo e con un elevato rapporto qualità/prezzo .

La divisione STRUMENTI si propone inoltre come partner tecnologico per la configurazione iniziale del prodotto, l’installazione dello strumento, la calibrazione periodica e l’eventuale servizio di riparazione.


Strumenti da banco

Strumenti di misura da banco per il controllo di grandezze fisiche e dimensionali a bordo macchina oppure in laboratorio metrologico.


Strumenti portatili

Una gamma completa di strumenti di misura per la misura di caratteristiche dimensionali e geometriche di particolari meccanici. Strumenti di misura portatili per misure di forza, torsione, temperatura e umidità. Servizio di taratura e certificazione di strumenti di misura portatili per controllo di processo e misure in laboratorio metrologico.


Strumenti da laboratorio

Una gamma completa di strumenti di misura per la misura di caratteristiche dimensionali e geometriche di particolari meccanici. Strumenti di misura portatili per misure di forza, torsione, temperatura e umidità. Servizio di taratura e certificazione di strumenti di misura portatili per controllo di processo e misure in laboratorio metrologico.




Trasduttori

Il trasduttore è un dispositivo di qualsiasi genere destinato a convertire una grandezza fisica in un”altra alterando alcune delle caratteristiche che la identificano. Talvolta il termine “trasduttore” è utilizzato come sinonimo di “sensore”, sebbene nella terminologia tecnica i due termini abbiano significati differenti. I trasduttori presentano una grandezza (o segnale) in entrata e una grandezza (o segnale) in uscita. La grandezza in uscita varia al variare della grandezza in ingresso ed è legata a essa mediante una funzione matematica più o meno complessa, chiamata caratteristica del trasduttore o funzione di trasferimento del trasduttore: conoscendo la funzione di trasferimento e la grandezza in uscita è quindi possibile conoscere il valore della grandezza in ingresso e viceversa. 


Sensori

Il sensore è un dispositivo che si trova in diretta interazione con il sistema misurato.

In ambito strettamente metrologico, riferito solamente al componente che fisicamente effettua la trasformazione della grandezza d”ingresso in un segnale di altra natura. I dispositivi in commercio spesso integrano al loro interno anche alimentatori stabilizzati, amplificatori di segnale, dispositivi di comunicazione remota, ecc. In quest”ultimo caso si preferisce definirli trasduttori.


Spessimetri laser

Spessimetri LASER per la misura di spessore e larghezza con tecnologia LASER. Utilizzato in tutte le applicazioni che richiedono un sistema economico e facile da usare,consente di misurare lo spessore o la larghezza di materiali continui o discontinui attraverso sorgenti laser.

La misura avviene senza contatto e consente controlli dimensionali anche su materiali in movimento, materiali facilmente deformabili o non misurabili con le tradizionali tecniche di misura a contatto.

La misura può essere visualizzata direttamente sullo strumento e può essere generata da soglie di allarme programmabili o da segnali analogici proporzionali alla misura.

Attraverso un cavo o una connessione wireless è possibile trasferire dati ad un sistema di acquisizione dati remoto o ad un display gigante.

Lo spessimetro LASER può essere utilizzato su un solo lato di materiale piatto. Il materiale può essere continuo o in lastre. La misura viene visualizzata in pochi decimi di secondo e può essere confrontata con due soglie di tolleranza. In questo modo è possibile controllare il materiale con la classificazione HIGH-GO-LOW.


Visualizzatori giganti

Serie di visualizzatori giganti REDAM per realizzare sistemi di visualizzazione e monitoraggio da collegare a sensori e strumenti di misura.

La serie REDAM è stata appositamente sviluppata per la connessione con strumenti di misura consentendo la visualizzazione in tempo reale della misura effettuata dal trasduttore o dal sensore. La visualizzazione avviene su display gigante oppure trasmessa a terminali remoti attraverso reti Wi-Fi o ethernet. La visualizzazione avviene su un display gigante visibile anche ad elevata distanza.

Tutte le misure visualizzate possono essere confrontate con soglie di tolleranza in modo da generare allarmi in caso di fuori tolleranza al superamento di determinate soglie oppure segnalazioni visive in grado di guidare l’operatore alle eventuali operazioni di regolazione ( valore rosso rappresenta un fuori tolleranza , valore giallo rappresenta un segnale di attenzione attenzione , valore verde la misura è accettabile ).


Micrometri LASER

Micrometri LASER per misure senza contatto di diametri, ovalizzazioni o rettilineità. Micrometri LASER monoassiali, biassiali, triassiali, quadriassiali. Micrometri LASER statici e dinamici.



Proiettori di profilo

I proiettori di profili, conosciuti anche come comparatori ottici,  vengono utilizzati nei reparti controllo qualità per il controllo dimensionale e geometrico di particolari meccanici. Il principio di base consiste nel proiettare un’ immagine ingrandita del profilo del pezzo su uno schermo e quindi utilizzare l’ immagine per determinare la misura di lunghezze e angoli.

Su un tavolo di misura di precisione si monta il pezzo e poi lo si sposta sotto un fascio di luce finché i punti di interesse non arrivano a sovrapporsi a un punto di riferimento al centro dello schermo, il quale costituisce anche il punto centrale del goniometro anch’ esso sullo schermo.

In sostituzione al proiettore di profili si può utilizzare anche un microscopio di misura basato comunque su un sistema di lenti di ingrandimento.

I moderni proiettori di profili incorporano un controllore elettronico a microprocessore per i calcoli di angoli, diametri medi , diametri interpolati o qualsiasi altra funzione matematica calcolabile attraverso punti prestabiliti sul piano cartesiano.


Profilometri

Il profilometro a contatto utilizza uno stilo di diamante che si muove verticalmente in contatto con il campione per misurare le distanze e le forze di contatto specifiche.

Il profilometro a contatto può misurare piccole variazioni della superficie in verticale come funzioni di posizione dello stilo.

Un tipico profilometro può misurare differenze dell”ordine di 0.1 micron. La posizione in altezza dello stilo di diamante genera un segnale analogico che viene convertito in segnale digitale, analizzato e mandato al display oppure ad un Personal Computer.

La misura di profilo può essere utilizzata per estrarre singole misure da un profilo ( altezze, profondità, posizioni ) oppure per effettuare un confronto del profilo con il modello matematico.


Torsiometri da banco

I torsiometri da banco sono utilizzati per la verifica periodica delle chiavi dinamometriche oppure per il testing di prodotti realizzati in linea di produzione.

Applicazioni tipiche sono : verifica della coppia di chiusura e di apertura di serrature, verifica della coppia di serraggio di particolari assemblati, verifica della coppia statica di chiusura di ghiere, controllo qualità in laboratorio.

L”interfaccia dati consente la connessione del torsiometro da banco a sistemi informatici in grado di campionare ad intervalli regolari il valore di coppia e rappresentare la variazione della misura su un grafico.

 


Torsiometri portatili

I torsiometri portatili sono utilizzati su elementi non facilmente trasportabili o posizionati in modo tale da non consentire la misura con un tradizionale strumento da banco.

Applicazioni tipiche sono : verifica della coppia di chiusura e di apertura di serrature, verifica della coppia di serraggio di particolari assemblati, verifica della coppia statica di chiusura di ghiere, controllo qualità in laboratorio.

L”interfaccia dati consente la connessione del torsiometro da banco a sistemi informatici in grado di campionare ad intervalli regolari il valore di coppia e rappresentare la variazione della misura su un grafico.

 


Chiavi dinamometriche

Utilizzata in produzione o in laboratorio metrologico la chiave dinamometrica viene utilizzata per controllare e regolare la coppia di serraggio di bulloni, viti, ghiere e dadi.

La chiave dinamometrica è uno strumento di precisione che garantisce un serraggio affidabile e di qualità. Il suo utilizzo è fondamentale per evitare deterioramenti o rotture sulle varie parti di bloccaggio.

A seconda del tipo di applicazione e dei materiali, si consiglia di serrare alla giusta coppia, facendo riferimento al manuale di istruzioni oppure utilizzando le tabelle standard di serraggio fornite dai costruttori di bulloneria.

 


Misuratori di forza portatili

I misuratori di forza portatili consentono la misura di forza di trazione o di compressione utilizzando uno strumento portatile di facile lettura ed utilizzo.

I misuratori di forza portatili consento la misura su particolari di grosse dimensioni, difficilmente trasportabili oppure in lugli difficilmente accessibili.

La presenza di una memoria interna e di una interfaccia dati consente allo strumento la digitalizzazione di molti campioni ad elevata velocità ed il successivo trasferimento ad un sistema informatico.

 

 


Dinamometri

Il dinamometro viene utilizzato da sempre nel campo della fisica e della meccanica, in quanto si occupa di misurare l’intensità di una forza.

Ad oggi ne esistono differenti modelli e alcuni di essi vengono usati nei laboratori, nelle industrie e per il settore medico.

Tra le varianti disponibili sul mercato ci sono quelli più tradizionali e quindi i modelli più semplici e classici, simili ai primi dinamometri inventati. Questi strumenti sono costituiti dall’unione di una serie di componenti e, principalmente, da un tubo di metallo o di plastica all’interno del quale è presente una molla collegata ad una scala graduata. Nella parte inferiore del tubo è ancorato un gancio quasi sempre realizzato in acciaio inossidabile.

I più tecnologici sostituiscono la molla con una cella di carico e la scala graduata con un controllore elettronico in grado di digitalizzare il valore, visualizzarlo su un display ed eventualmente trasferirlo all”esterno con una interfaccia dati.

 

 


Misuratori di elongazione

Rilevamento di trazione con estrazione delle informazioni geometriche o dimensionali Misura di forza e dimensione per verificare la corretta esecuzione delle lavorazioni oppure come preparazione alle operazioni di saldatura e assemblaggio Confronto con il modello matematico per la determinazione di quote di controllo Applicazioni su isole robotizzate , su assi cartesiani oppure in isole di montaggio automatiche


Tensiometri per cavi

La misura di tensionamento permette il controllo del tensionamento di funi e cavi . La misura può essere fatta in modo diretto attraverso l’uso di dinamometri oppure indirettamente attraverso l’uso di tensionatori a 3 punti


Test adesione rivestimenti

Strumenti di misura e tecnologie per la misura di adesione in linea di produzione o in laboratorio metrologico.

La misura di adesione può essere effettuata con sistemi appositamente progettati per la sollecitazione del riporto e per il calcolo della forza di distacco.

Applicazioni tipiche sono la misura di forza di distacco di vernici, resine, nastri adesivi, guarnizioni o adesivi sigillanti.

 

 


Misuratori di umidità

Strumenti di misura e tecnologie per la misura di umidità in linea di produzione o in laboratorio metrologico. La misura di umidità può essere effettuata con sensori e strumenti di misura appositamente progettati per la misura dell’umidità e/o della temperatura per la determinazione del punto di rugiada.

Un misuratore di umidità (detto anche termoigrometro o igrometro) misura l’umidità dell”aria oppure l’umidità di equilibrio del materiale in modo sicuro, veloce e preciso.

 







NAV0003 – Copyright by INNOVACHECK – RODER SRL 2003-2022 – Ultimo aggiornamento 2022-08-30 17:50:15



Rispondi